Come le api, anche i lombrichi sono fondamentali per il nostro ecosistema e oggi sono a rischio

I lombrichi, lavoratori silenziosi ed instancabili, sono indispensabili per la fertilità dei suoli: agendo come “aratri in miniatura” sotto la superficie del suolo facilitano l’assorbimento dell’acqua e in simbiosi con batteri e funghi aiutano le piante ad assorbire dal terreno, le sostanze nutritive, di cui hanno bisogno.

Possiamo considerarli come una sorta di spazzini sotterranei che trasformano materiale organico in prezioso concime: l’humus.
L’humus o vermicompost contiene non solo i principali nutrienti come ad esempio azoto, potassio e fosforo ecc…, ma anche micronutrienti come calcio e manganese. Queste sostanze sono da considerare come equivalenti delle vitamine di cui gli esseri umani hanno bisogno.

Perché oggi i lombrichi sono a rischio e quali sono le cause?

Proprio come le api, sono in forte calo numerico, questo rischia di avere gravi conseguenze per tutto l’ecosistema e da uno studio recente si evince che:
– il 42% dei campi esaminati in Gran Bretagna sono gravemente carenti di lombrichi ed in alcuni tratti sono completamente assenti.
– il 16% dei vermi scavatori risultano assenti in alcuni campi presi a campione.

Le condizioni del nostro pianeta sono preoccupanti e ne siamo tutti consapevoli: riscaldamento climatico, scioglimento dei ghiacciai, scomparsa di foreste, inquinamento sono le principali cause di estinzione di molte specie animali.

Il rischio di estinzione dei lombrichi è dovuto invece a comportamenti dissennati dell’uomo:

  • l’impiego inappropriato di fertilizzanti chimici e prodotti fitosanitari come pure un’aratura e una fresatura eccessive sono all’origine di una drastica decimazione delle popolazioni di lombrichi.
  • Pesanti macchine agricole compattano il suolo e rendono la vita difficile a questi instancabili scavatori.
  • Un’altra seria minaccia è la crescente edificazione del suolo agricolo: sotto le superfici completamente impermeabilizzate, sotto edifici, posteggi e strade, non esistono praticamente più organismi terricoli.

La mission di CONITALO è proprio quella di appoggiare molti agricoltori che come noi conoscono L’IMPORTANZA DI QUESTO “ANIMALETTO SPECIALE” che a causa del suo aspetto viene spesso discriminato, rispetto agli insetti impollinatori, ma che invece copre un RUOLO FONDAMENTALE PER IL BENESSERE dell’intero ecosistema nonché delle piante da coltivazione e pertanto della NOSTRA SALUTE.

×

Buongiorno

Per assistenza o informazioni contattaci via Whatsapp o  tramite indirizzo e-mail info@conitalo.it

× Hai bisogno di aiuto?