La storia

Pur essendo una giovane società Con.it.a.lo vanta 40 anni di esperienza grazie all’acquisizione della più rinomata e storica azienda di lombricoltura in Italia, la Lombricoltura Compagnoni, che ha permesso di recuperare quattro decadi di Storia della lombricoltura italiana e tutto il relativo know-how acquisito.

Storia della Lombricoltura Compagnoni

La Lombricoltura Compagnoni, pioniera del mercato Italiano, spagnolo, francese ed israeliano ha sede e direzione a Mandello del Lario (in provincia di Lecco), dispone di allevamenti propri e di impianti in collaborazione e/o installati ad aziende per un totale di circa 30.000 mq. in Italia e all’estero.

Questa importante realtà è in grado di impostare ed organizzare un impianto di lombricoltura, sia in Italia che all’estero come già dimostrato negli anni attraverso la messa in opera di impianti in Europa, Africa e sud America.

L’azienda è rappresentata dalla figura del suo omonimo fondatore, Luigi Compagnoni. Master in Direzione Aziendale alla Bocconi di Milano, è stato tra i primi a credere nello sviluppo dell’attività incentrata sul lombrico ed è l’unico allevatore in Italia a tempo pieno da oltre 40 anni.

E’ stato presidente degli allevatori di lombrichi della provincia di Como, in seno all’A.P.A., rappresentando una firma di garanzia e serietà nel campo della lombricoltura e compostaggio, avendo applicato in questo settore le tecniche più moderne di gestione aziendale e di marketing.

L. Compagnoni ricopre nella compagine aziendale di CONITALO il ruolo di “manager dei processi di qualità” di tutti gli impianti di lombricoltura venduti e posseduti dal Consorzio. Il suo compito, oltre la supervisione degli impianti, è quello di trasferire l’enorme know-out in suo possesso agli uomini di CONITALO al fine di dare continuità ad una azienda di successo che mai come oggi è impegnata nello sviluppo e nella divulgazione di questa straordinaria realtà fatta di soluzioni concrete e sostenibili a problematiche di tipo ambientale. Uomini, impegnati costantemente nel monitoraggio degli impianti che CONITALO già gestisce e che vede in continua crescita. Inoltre lo stesso Compagnoni collabora già da tempo con diverse Università, con una delle quali sta portando a termine la “ricetta perfetta” all’impiego dei lombrichi come farine alimentari a scopo umano, aprendo un ulteriore e potenziale canale di vendita all’attività in oggetto.

Sappiamo cosa stai pensando, probabilmente abbiamo fatto la stessa smorfia… è comunque innegabile: il tema delle alimentazioni alternative interessa e interesserà sempre di più il nostro pianeta.