Riciclo ecologico e valorizzazione scarti agroalimentari

Il Riciclo Ecologico: piccole azioni, grandi risultati

E’ in costante aumento in tutta Europa l’applicazione del lombrico per la trasformazione e il recupero della frazione organica (40%) dei rifiuti solidi urbani e dei fanghi di depurazione delle acque. Molti ormai, anche in Italia stanno iniziando ad adottare questo valido sistema ottenendo risultati soddisfacenti.

Nello specifico l’azienda Conitalo è in grado di trattare tutti gli scarti di natura organica:

  • FORSU ( Frazione Organica RSU – umido da raccolta differenziata)
  • Verde – Erba, fogliame, residui di potatura, scarti di ortomercato, carta , segatura ecc.
  • Letami
  • Scarti Agroindustriali
  • Fanghi
  • Digestati

Tutti questi residui o scarti, da soli o miscelati, sono un’ottima alimentazione per i lombrichi che non hanno problemi a trattarli e digerirli, con un notevole miglioramento del prodotto finale, trasformato in ottimo terriccio, stabilizzato. Tutto questo con i dovuti accorgimenti e con le dovute autorizzazioni in base al prodotto da trattare.

Il Lombricompostaggio

Un tempo tutti gli scarti venivano riutilizzati dall’agricoltore, oggi per motivi legati al trasporto, stoccaggio, alle normative ed alla comodità di utilizzo, questo ciclo si è interrotto.

Attraverso il lombricompostaggio tutti gli scarti di natura organica vengono trasformati in un prodotto naturale ed ecologico, immagazzinabile, facile e comodo da usare.

L’impianto che può avere qualsiasi dimensione, può essere costruito ovunque e non crea particolari problemi di odori ma è di facile gestione. Sia i costi di impianto che di gestione sono limitati, certamente meno che la messa in discarica, con il vantaggio di una produzione di terriccio, ricco di sostanza organica, ottimo ammendante per il terreno.
Si tratta di una soluzione, definitiva, pratica e redditizia in un’ottica di recupero e di trasformazione e non di distruzione.

L’impianto può avere qualsiasi dimensione, può essere gestito ovunque, e non crea particolari problemi di odori ed è di facile gestione. Sia i costi di impianto che di gestione sono limitati, sicuramente più bassi di molti impianti industriali e della stessa gestione di una discarica, con il vantaggio di una produzione di terriccio, ricco di sostanza organica, ottimo ammendante per il terreno. Si tratta di una soluzione, definitiva, pratica e redditizia in un’ottica di recupero e di trasformazione, e non di distruzione.

I vantaggi dell’impianto sono evidenti:

  • recupero di preziose risorse naturali;
  • rispetto dell’Ecosistema;
  • produzione di prezioso concime a basso costo;
  • produzione di lombrichi, che possono essere immessi nei terreni, utilizzati per nuovi impianti o venduti a parte quali alimento o esca da pesca.

Il processo del riciclo ecologico

Il processo è semplice: dal riciclo dei rifiuti organici tramite la lombricoltura si ricava l’humus di lombrico, un concime 100% naturale da destinare all’agricoltura o al giardinaggio.

Questa tecnica è a tutti gli effetti, in grado di trasformare i rifiuti organici da una problematica socio/ambientale in una risorsa.

In ambito aziendale ad esempio, il riciclo può rappresentare un’integrazione al reddito soprattutto se accompagnato da un allevamento di lombrichi che da un lato accelera la fase di riciclo e dall’altro consente di ottenere humus da usare per i fabbisogni di concimazione aziendale o per la vendita ai terzi.

Il classico compost ottenuto attraverso il riciclo dei rifiuti organici con sistemi tradizionali è una sostanza ottima ma la produzione pur non rappresentando difficoltà di alcun genere presenta tempi piuttosto lunghi (6-8 mesi nel caso si proceda per sovrapposizione di FORSU, qualche mese in meno se viene operato un rimescolamento della massa) ma soprattutto genera costi di smaltimento decisamente alti.

La trasformazione è molto più breve ed economica se a lavorare per il sistema è il lombrico.
Infine questi piccoli esseri viventi nutrendosi di sostanza organica trattengono i principi nutritivi e rilasciano sostanze ricche di mucillagini, le sostanze colloidali, che collegano le particelle del terreno migliorandone le capacità agronomiche.

il progetto: centro di recupero verde

Un’interessante proposta di Conitalo riguarda la creazione di una piattaforma per il trattamento del verde e degli scarti di natura organica.

Si tratta di creare una piazza di lombricompostaggio, ovvero un “CENTRO DI RECUPERO VERDE”, per il trattamento del verde e degli scarti di natura organica (erba, sfalci, cassette, ramaglie, ecc..), da realizzare da parte delle Amministrazioni Comunali o di operatori privati, o con una sinergia tra le due parti.

Possono essere coinvolte nel progetto le seguenti categorie: giardinieri, vivaisti, allevatori, ecc. che diventino poi contemporaneamente utilizzatori (conferimento scarti) e consumatori (utilizzo humus derivante da trattamento e valorizzazione scarti per parchi e giardini, pubblici e privati).

Gli obiettivi del progetto

Il progetto prevede di creare una struttura (comunale o privata) che riceva, trasformi e valorizzi tutti gli scarti di natura organica, trasformandoli in ottimo humus.
La realizzazione di questo progetto eviterà costosi trasporti (inquinamento), in quanto tutto avverrà entro brevissime distanze (km.0). Qui si produce, qui si consuma.

I vantaggi

– fornitura di un servizio a tutti gli operatori del settore;
– ordine e pulizia sul territorio comunale (i rifiuti confluiscono in un unico luogo autorizzato – piattaforma);
– valorizzazione delle risorse locali volte al recupero;
– ricavo da conferimento scarti vegetali, animali, ecc. ;
– ricavo dalla vendita di Humus alle stesse aziende florovivaistiche (a prezzo concordato);
– mancato costo dovuto al trasporto;
– abbassamento del costo dovuto allo smaltimento;
– mancato costo dovuto al non-acquisto di terricci e torbe per parchi pubblici ecc.

Richiedi maggiori informazioni

Iscriviti alla newsletter

×

Buongiorno

Per assistenza o informazioni contattaci via Whatsapp o  tramite indirizzo e-mail info@conitalo.it

× Hai bisogno di aiuto?